Comunicati stampa – Il programma

PRONTO IL PROGRAMMA DELLA XII EDIZIONE

TUTTI I NOMI DEGLI OSPITI E I LUOGHI DEGLI INCONTRI

SCIACCA (AG), 3 luglio 2021 – E’ pronto il programma della dodicesima edizione del Letterando in Fest, il festival di letteratura saccense che torna in città dal 15 al 18 luglio. Definito dunque nei dettagli il calendario, con  tutti i nomi delle autrici e degli autori ospiti in presenza della kermesse letteraria, e definiti i luoghi che faranno da cornice agli incontri di una edizione tutta concentrata sul tempo, dal passato al futuro prossimo. “Ieri. Oggi. E domani?” è, non a caso, il titolo della XII edizione, con l’obiettivo di indagare cosa abbiamo omesso del passato, come abbiamo vissuto in un eterno presente e perché dobbiamo cambiare per vivere meglio.

15 LUGLIO. L’INAUGURAZIONE

Sarà Stefania Auci a inaugurare il Letterando in Fest, la sera di giovedì 15 luglio. Un evento già molto atteso, l’incontro con Stefania Auci, che presenterà al pubblico di Sciacca la seconda e ultima parte della sua saga dei Florio, L’Inverno dei Leoni, appena pubblicato dalla casa editrice Nord. A conversare con Auci, autrice di un bestseller che ha valicato i confini italiani (sono già in corso le traduzioni in 32 lingue), sarà la direttrice artistica della XII edizione del festival, Paola Caridi. Interverrà la sindaca Francesca Valenti, che ospita l’incontro nell’Atrio Superiore del comune di Sciacca.

LE TRE GIORNATE. I LUOGHI

Nelle tre giornate successive, il Letterando si svolgerà in sedi diverse, confermando la scelta già seguita nelle due precedenti edizioni firmate da Paola Caridi. “Sciacca è una città che deve essere guardata da diverse prospettive per comprenderne la complessità e la stratificazione storica e umana. Un po’ come succede per le cose del mondo: bisogna cambiare sempre l’ottica, il punto di vista per capirne con profondità i significati”. I luoghi, dunque: la Multisala Badia Grande, dove il Letterando ideato da Sino Caracappa, è nato e cresciuto. Ospiterà gli incontri di sabato 17 luglio. E poi le due sedi accanto al mare, che nell’edizione dello scorso settembre sono state molto apprezzate da chi ha partecipato agli incontri. Letterando sarà ospitato dal Circolo Nautico Il Corallo nella giornata di venerdì 16 luglio e dalla Lega Navale nella giornata conclusiva, domenica 18 luglio. 

LE TRE GIORNATE. GLI OSPITI E GLI INCONTRI

Tra Sciacca, la Sicilia e il mondo, anche quest’anno è la qualità alta delle autrici e degli autori il tratto distintivo delle scelte del Letterando. Venerdì pomeriggio al Circolo Nautico il Corallo, Irene Chias, volto noto di Sciacca, conversa con Eleonora Fisco sul suo ultimo romanzo, Fiore d’agave, fiore di scimmia. Sarà poi la volta di due nomi importanti della letteratura italiana, Helena Janeczek, premio Strega 2018, conversa assieme a Evelina Santangelo, l’autrice di Da un altro mondo (Einaudi) che esce in versione inglese per il prestigioso marchio Granta. Giosuè Calaciura e la sua scrittura profonda e scarna chiudono la serata, con un incontro sul suo Mi chiamo Gesù, edito da Sellerio.

Pubblicato da Sellerio è anche l’ultimo libro di Roberto Alajmo, Io non ci volevo venire, un giallo che – come sempre per l’autore palermitano – è strumento per lo sferzante e ironico ritratto delle fragilità umane. Alajmo sarà sabato alla Badia Grande, sede storica del Letterando, così come al Cortile Orquidea ci sarà l’incontro con Antonio Monda, direttore della Festa del Cinema di Roma, scrittore che pone al centro dei suoi libri una città amatissima come New York, in cui risiede da molti anni. Di cinema e del giornalismo a cui il cinema ha dedicato film memorabili parlerà Ivan Scinardo assieme a Sino Caracappa.

Ospite della Lega Navale, la giornata conclusiva del festival (domenica 18 luglio) inizierà con Santo Lombino, direttore scientifico del “Museo delle Spartenze dell’area di Rocca Busambra”, autore di Né Luna né santi (Navarra), ritratto della Sicilia di provincia di un secolo fa. Vittorio Longhi e Ubah Cristina Ali Farah, la cui biografia intellettuale va invece oltre i confini nazionali, apriranno per i lettori le porte di una storia che non c’è, la storia del nostro colonialismo. E a conversare con loro, Alessandra Di Maio, docente universitaria, specialista di studi migratori, transnazionali e della diaspora. L’incontro di chiusura del festival sarà con Ninni Ravazza, figura nota del mondo del mare, una dedica agli uomini del corallo e alle loro storie spesso nascoste.

A breve saranno indicate le modalità per potersi prenotare e partecipare agli incontri della XII edizione del Letterando in Fest. 

Il programma è consultabile sul sito web del Letterando 2021, all’indirizzo:https://letterandoinfest2021.it/programma/

INDIRIZZI:

Atrio superiore del palazzo municipale: via Roma 13.

Multisala Badia Grande: piazza Gerardo Noceto

Circolo nautico Il Corallo: piazzale Marinai d’Italia, Molo Di Ponente.

Lega navale: via Gaie di Garaffe 68. 

Lascia un commento